INDICE>CINA TOUR>CHONGQING

choqin2.jpg (4380 byte)

choqin1.jpg (5522 byte)

choqimap.gif (4699 byte)

      hline1.gif (479 byte)

frecciablu.gif (887 byte) Hotels
frecciablu.gif (887 byte) Punti di interesse
Chengdu
Le tre gole del Fiume Yangzi
Dazu

Municipalità autonoma solo dal 1997, prima di allora appartenente alla provincia del Sichuan.

Capoluogo

Chongqing (Doppio giubileo) : nome dato dall'imperatore Zhao Dun (dinastia Song) nel 1127. Infatti da questa città Zhao Dun partì come principe per ascendere al trono imperiale. Sorge su un promontorio alla confluenza dello Yangzi e del Jialing. Fino al periodo della guerra cino-giapponese (1939) in cui fu la capitale di Jiang Jieshi (Chiang Kai-shek) e durante la quale fu notevolmente bombardata, questa città era racchiusa da mura cui si accedeva percorrendo delle scalinate.

Vi si produce molto riso, dato il clima caldo e umido. È uno dei maggiori centri dell'industria pesante.

Oggi, essa si presenta in una cornice paesaggistica cui fanno da sfondo colline e iI fiume Yangzi che I'attraversa. E' consigliabile salire sulla cima della Chaotianmen (Porta che guarda il cielo), per ammirare uno spettacolo suggestivo e raro. Purtroppo non esistono più monumenti e templi antichi.

A circa 20 Km da Chongqing vi sono le Nanwenquan (Sorgenti calde del sud): acque sulfuree con un complesso di padiglioni, laghi e giardini.

Altri punti interessanti

Le tre gole del Fiume Yangzi

Caratteristico nell'estremità orientale di questa regione è iI percorso del fiume Yangzi sul battello, attraverso gole impressionanti e suggestive. Le principali sono: le gole di Qutang, di Wu, di Xiling.

Sono certo una delle bellezze naturali più impressionanti del mondo, più di cento chilometri tra pareti rocciose che si innalzano dalle acque del fiume da 500 a 1000 metri. A queste panoramiche, a queste visioni si sono ispirati i pittori classici per i loro capolavori.

La gola Qutang è la prima delle tre e anche la più corta: solo 8 Km di percorso, ma questo non le impedisce di essere Ia più bella. Il fiume entrando nella gola si incassa tra due alte pareti di roccia che cadono a piombo sulle acque. Le due sponde spesso distano tra loro meno di cento metri e viste daI livello delle acque danno l'impressione di toccarsi in cima, formando una immensa, gigantesca porta sul fiume.

In un crepaccio, sulla scogliera Fengxiang (mantice da fucina) piuttosto in alto, si possono vedere 5 casse funerarie. Nei tempi antichi, le tribù Iocali avevano l'abitudine di appendere i sarcofaghi dei Ioro defunti; infatti gIi archeoIogi hanno trovato in questi crepacci, a picco sulle acque, spade di bronzo, elmetti, armature.

La gola Wu è la seconda e si snoda per 40 Km tra le montagne, talvolta è chiamata anche Wushan (montagna delle streghe). Lungo iI percorso si incontrano diverse cime, quasi sempre avvolte nella nebbia, con forme strane in cui gli abitanti del luogo hanno riconosciuto le sembianze di alcuni personaggi mitologici.

La gola Xiling è la terza e ultima ed è anche Ia più lunga con i suoi 76 Km. Il percorso tra Chongqing e Wuhan in nave si compie in 3 giorni e 2 notti, poiché la nave segue la corrente del fiume. Facendo iI percorso contro corrente occorrono 5 giorni.

 

Dazu: situata a 150 Km ad ovest di Chongqing. È famosa per le sculture delle sue grotte. La statuaria policroma presenta almeno 50.000 pezzi rappresentanti figure buddhiste e della mitologia cinese molto ben conservate; sono situate in più di 40 luoghi diversi, vicini tra loro, tredici dei quali sono punti chiave per la conservazione di questi reperti d'arte.

L'incisione di queste sculture ebbe inizio circa 1300 anni fa sotto la dinastia Tang e i lavori proseguirono per tutta la dinastia Song sino al 1279. Durante la dinastia Ming (1358-1644) vi furono ulteriori aggiunte e trasformazioni. I bassorilievi scolpiti nella roccia sulla collina Baoding sono tra i più grandi e artisticamente i più rifiniti di qualsiasi altro esistente in Cina. A Dazu in 500 metri sono scolpite oltre 5000 statue e bassorilievi tra cui 31 figure gigantesche di Buddha, e la statua del Buddha Dormiente lunga 50 m.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014