CINA HOMEPAGE>CINA TOUR>MONGOLIA INTERNA

Mengu1.jpg (7363 byte)

Mengu2.jpg (13099 byte)

MengMap.gif (4755 byte)

      hline1.gif (479 byte)

 

frecciablu.gif (887 byte) Hotels
frecciablu.gif (887 byte) Punti di interesse
Hohot
Baotou

 

Anticamente abitata da mongoli nomadi che dominarono la Cina (dinastia Yuan) e la cui forza espansiva arrivò fino alle soglie dell'Europa.
Fu la prima regione autonoma creata dal Partito Comunista Cinese (1947), in armonia con i principi politici di autonomia delle minoranze etniche.
È situata lungo il margine meridionale dell'altopiano mongolo, a nord della Grande Muraglia. In tutta la regione, la popolazione mongola rimane una piccola minoranza (600.000). Il resto della popolazione è cinese.
Confina con Ia Repubblica Popolare Mongola e Ie province del Ningxia, Shaanxi, Shanxi, Hebei, Liaoning e Jilin. Questa regione, ampiamente desertica rna di importanza strategica crescente, è sede di centrali nucleari.
Il corridoio del Gansu, fra la catena dei Nanshan e quella dei Beishan costituì per millenni, tramite la Via della seta, la principale strada di comunicazione tra la Cina e l'Occidente.
Per i trasporti si usano ancora gli animali, ma sono state costruite strade asfaltate e ferrovie.
La lingua parlata in questa regione differisce da quella usata nella Repubblica Popolare Mongola. L'alfabeto è quello mongolo classico, mentre nella Repubblica Popolare Mongola è stato adottato quello cirillico.

Il clima è molto rigido in inverno. La regione è soggetta a secchi e impetuosissimi venti che soffiano dal nord durante la stagione invernale e che portano bufere di sabbia dal Gobi. La siccità è frequente.

La tipica costruzione dei rnongoli che abitano nella steppa è Ia yurta.
Diversi templi Iamaisti e islamici sono disseminati in quasi tutte le principali città, poichè la maggior parte dei mongoli fu influenzata dal buddhismo Iamaista irradiante daI Tibet.

Risorse
Allevamento di montoni, pecore, cavalli, cammelli; foreste; carbone, ferro.

Capoluogo

Hohhot (città verde) : precedentemente conosciuta come Guisui. Centro universitario e industriale. Conserva moschee, pagode e monasteri. Vanno segnalati:

1. i Monasteri Da e Wusutu: entrambi d'epoca Ming ;

2. il Monastero Wutasi: celebre per la sua pagoda che è un vero capolavoro;

3. il Monastero sino-tibetano Xilitu: d'epoca Ming con accanto la Pagoda Shuangerta;

4. la Pagoda Wanhu Huayanjing: a 5 piani, ricca di statue, capolavori della dinastia Liao.

Altri centri

Alashan: vi si trova il grande Monastero di Jialanshan, d'epoca Qing, con incorporato il Tempio di Hutuketu (capo della chiesa lamaista). Nelle vicinanze vi è iI Tempio di Buddha Maitreya.

Baotou: noto centro industriale nel settore siderurgico sullo Huanghe. Si colloca dopo Anshan, Wuhan e Shanghai come grande produttore di acciaio. Conserva una Pagoda bianca di tipica fattura lamaista e il Monastero Wudang (serie di edifici d'epoca Qing disseminati in una valle). Vi è un Museo che raccoglie statuette funerarie e altri oggetti rinvenuti nelle tombe, testimonianza dell'alto senso religioso degli abitanti di questa regidne.

Sanshandun: con i due Templi Qianzhao e Houzhao, che si trovano a circa 3 Km di distanza l'uno dall’altro e che costituiscono il complesso artistico e architettonico piú interessante che si possa vedere in Mongolia interna. Statue di Buddha e dei suoi discepoli (migliori quelle del Tempio Houzhao) arricchiscono Ia struttura delle 2 costruzioni.

Wushen: è celebre per iI Monastero Wushen, d'epoca Qing, che ha all'interno una bianca pagoda Iamaista e diverse altre all'esterno che variano per la loro dirnensione.

Zhongjing: risale alla dinastia Liao. Vi sono stati trovati numerosi oggetti antichi, porcellane, statue di bronzo, giade, tombe. Una grande pagoda di 13 piani, una statua di leone in pietra e altre pagode di diverse dimensioni testimoniano l'importanza artistica di questa città.


CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014