tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>LA NUOVA LETTERATURA CINESE

LA NUOVA LETTERATURA CINESE
Incontro con gli scrittori a cura di Maria Rita Masci

Roma - Auditorium
20 marzo - 7 maggio 2008   

Nell'ambito della mostra "Cina XXI secolo" sono invitati per un incontro con il pubblico gli scrittori cinesi Mian Mian, Su Tong, Yu Hua. Gli autori leggeranno brani dalle loro opere, già tradotte in italiano, e parleranno del loro lavoro dialogando con la curatrice della rassegna. La letteratura cinese contemporanea è stata al centro di profondi mutamenti, tanto nelle forme del linguaggio, quanto nei temi e nel rapporto con la società, passando dall'età eroica e utopica degli anni Ottanta a quella più privata ed edonistica dei Novanta. Su Tong e Yu Hua negli anni Ottanta sono stati fra i principali attori del rinnovamento letterario; Mian Mian incarna lo spirito globalizzato della gioventù contemporanea, ed è interprete della cosiddetta "giovinezza crudele" e di un malessere che mal si rapporta con il dominante ottimismo del Paese.

giovedì 20 marzo, ore 18.30
Mian Mian
Mian Mian nasce a Shangai nel 1975. Interprete e voce delle nuove generazioni della Cina postrivoluzionaria, ha cominciato a scrivere negli anni '90. Già dopo il suo romanzo d'esordio nel 1995 La La La, pubblicato prima ad Hong Hong, e dopo non poche resistenze in Cina, la scrittrice è stata definita dalla critica una delle voci più interessanti e significative della narrativa cinese contemporanea. I suoi libri, tutti fortemente autobiografici, raccontano storie di vita vera, ambientate per lo più in un panorama notturno, fatto di bar e discoteche, di party e di strade affollate in cui la ricerca della propria felicità, la passione per la musica, gli amori difficili e laceranti, la droga, il sesso e il suicidio sono i temi ricorrenti. In Italia è stata tradotta e pubblicata la sua opera Nove oggetti di desiderio, Einaudi Stile libero 2001.

venerdì 18 aprile, ore 18.30
Yu Hua
Yu Hua è nato a Hangzhou, un villaggio della Cina meridionale, nel 1960. Figlio di un medico di campagna, dopo essersi occupato di medicina si è dedicato interamente alla narrativa. È considerato uno dei più importanti scrittori cinesi della nuova generazione. In Italia ha pubblicato, Torture, Einaudi Stile libero 1997, L'eco della pioggia, Donzelli 1998, Vivere, Donzelli 1998 (premio Grinzane Cavour per la letteratura 1998), Cronache di un venditore di sangue, Einaudi 2000, Il mondo come fumo, Einaudi Arcipelago 2004. Cronache di un venditore di sangue che è uno dei suoi romanzi di maggior successo e uno più importanti del periodo del dopo-Mao, in cui l'autore dimostra di saper controllare un ventaglio di toni molto vario, dal comico al grottesco, dalla commozione alla sferzante ironia. Dal romanzo Vivere! il regista Zhang Yimou ha tratto un film, vietato in patria.

mercoledì 7 maggio, ore 18.30
Su Tong
Su Tong nasce nella città cinese di Su Zhou nel 1963. Nel 1980 supera l'esame di ammissione alla facoltà di magistero a Pechino e si apre per lui una fase fondamentale della sua esistenza. I suoi scritti sono caratterizzati dal disimpegno politico, un tratto che ha in comune con tutti gli scrittori della scuola d'avanguardia. Le sue opere sono quasi tutte ambientate nel periodo immediatamente precedente l'evento della Repubblica Popolare (1940). In Italia sono stati tradotti e pubblicati molti sui romanzi: Mogli e concubine, Theoria 1992, ristampato nei tascabili Feltrinelli nel 1996, Cipria, Theoria 1993, ristampato nei tascabili Feltrinelli nel 1997, La casa dell'oppio, Theoria 1995, I due volti del mondo, Neri Pozza 2004, Quando ero imperatore, Neri Pozza 2004.

info
Auditorium - via Milano, 9 A
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014