tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>OMBRE... ECLETTICHE

OMBRE... ECLETTICHE
Il nuovo volto del cinema cinese

Milano, 23 febbraio 2011

Nel passare da una organizzazione di tipo collettivista a un sistema sempre più individualista, nell’aprirsi a un mondo globalizzato dopo un isolamento di decenni, la società cinese ha vissuto negli ultimi trenta anni cambiamenti epocali che riguardano molti aspetti dell'esistenza delle persone. Gli effetti che queste trasformazioni hanno avuto sulla vita della gente si ritrovano anche nel cinema, specchio fedele della realtà, che ha registrato queste evoluzioni in tutte le loro contraddizioni. Nonostante le mutazioni, infatti, la specificità cinese rimane forte e i cineasti della Repubblica popolare devono ancora fare i conti con spinte contrapposte e con antiche e nuove regole che, come la persistente censura, condizionano il loro lavoro.

Mercoledì 23 febbraio alle 16.30, al Polo di Mediazione Interculturale e comunicazione dell'Università degli Studi di Milano, Luisa Prudentino, esperta di cinema cinese, analizzerà il modo in cui le trasformazioni della società cinese si riflettono nei personaggi, nelle ambientazioni, nelle storie e in generale nella maniera di fare cinema in Cina, proiettando spezzoni di film e documentari che, in modo più o meno consapevole, portano le tracce delle evoluzioni sociali di oggi.

Sempre mercoledì 23 febbraio, ma alle 21.00, all’ex Spazio contemporaneo “Sala Talamucci” (Biblioteca Civica “Pietro L. Cadioli”, Villa Visconti d’Aragona, via Dante 6, MM1 Sesto Rondò/Sesto San Giovanni), Prudentino si soffermerà invece sulle nuove tendenze che contraddistinguono il cinema cinese contemporaneo e in particolare sul difficile percorso dei cineasti alla ricerca di una nuova identità fra cinema commerciale e cinema d'autore, specificità cinese e globalizzazione, gusti del pubblico e censura onnipresente. Nel corso della serata saranno proiettati estratti di film per lo più inediti in Europa per mostrare le diverse tendenze del cinema cinese di oggi. La serata è organizzata dall’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con il CESPI (Centro Studi Problemi Internazionali) e con il Comune di Sesto San Giovanni e sarà moderato da Alessandra Lavagnino, direttrice dell’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano e docente di Cultura cinese all’Università degli Studi di Milano.

Mercoledì 23 febbraio 2011 ore 16.30, Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione dell'Università degli Studi di Milano, piazza Montanelli 1, MM1 Sesto Marelli. Ingresso libero.
Mercoledì 23 febbraio 2011 ore 21.00, ex Spazio contemporaneo “Sala Talamucci”, Biblioteca Civica “Pietro L. Cadioli”, Villa Visconti d’Aragona (via Dante 6, MM1 Sesto Rondò/Sesto San Giovanni. Ingresso libero.

Per informazioni: Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, tel. 02-50321675 (lunedì – venerdì, dalle 10.00 alle 13.00), info.confucio@unimi.it, www.istitutoconfucio.unimi.it; Biblioteca Civica “Pietro L. Cadioli”, tel. 02.365743 42/45/24, bibliotecasesto@sestosg.net oppure CESPI, tel. 02.2403877, cespi@cespi-ong.org.

 
 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014