tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>SPIRITI SENZA PACE

SPIRITI SENZA PACE


Autore Su Tong
Editore Feltrinelli
Collana I Narratori
Prima edizione Febbraio 2000
Pagine 250
Traduzione (dal cinese) di Rosa Lombardi
Titolo originale Sui wa

Hua Jindou, morto suicida in seguito al suicidio della moglie, è uno "spirito senza pace". Per un "disguido burocratico" si trova senza il numero di matricola che permette il definitivo accesso al Paradiso o all’Inferno. Così, nel frattempo, cerca almeno di seguire dal cielo le vicende drammatiche e insieme grottesche dei suoi cari: la sorella e i cinque figli, quattro femmine e un maschio, investiti di tutte le responsabilità e le aspettative legate alla discendenza familiare. Un aborto che si conclude tragicamente, unìimpiccagione simulata che lascia paralizzato uno dei personaggi, l’amara scoperta dell’omosessualità del figlio, vagabondaggi e incontri celesti, giudici, prigioni divine e terrene. E’ ancora, vecchie pettegole, superstizioni, odi, liti e voci di una via della grande città, in un continuo rimando e confronto tra l’aldilà e il mondo terreno che si rivelano in fondo molto simili.
Con Spiriti senza pace Su Tong si concentra sulla vita di na famiglia operaia e cittadina degli anni ottanta e ne segue la tragica, lenta dissoluzione manifestando però un senso di partecipazione insieme ironica e affettuosa, un manifesto disprezzo per il conservatorismo e il tradizionalismo ancora fortemente radicati nella cultura cinese e il rigetto della funzione "morale ed educatrice" della letteratura.

Nato a Suzhou nel Jiangsu nel 1963, Su Tong è tra gli scrittori oggi più noti in Cina e all’estero. La sua conoscenza dei classici e della poesia cinesi, e quella della letteratura straniera, ne fanno un autore raffinato, molto interessato alla sperimentazione linguistica. Oggi vive a Nanchino e lavora alla redazione della rivista letteraria "Zhongshan", una delle più autorevoli del momento.
Ha pubblicato il suo primo racconto, Dibage shi tongxiang (L’ottavo è un ritratto di bronzo), nel 1988. Tra i suoi libri pubblicati in italiano: Mogli e concubine (Theoria 1992, Feltrinelli 1996) da cui è stato tratto il film Lanterne rosse; Cipria (Theoria 1993, Feltrinelli 1997) da cui è stato tratto l’omonimo film, e La casa dell’oppio (Theoria 1995).

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014