tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>FRAMMENTI D'ORIENTE>DOPPIA FELICITÀ

DOPPIA FELICITÀ
Leggenda d’un ideogramma

Wang Anshi (1021-1086) era un celebre poeta e riformatore dell’epoca dei Song del Nord. All’età di 20 anni, mentre si recava nella capitale per presentarsi agli esami imperiali, passò per Maqizhen e vide incollata sulla porta di una famiglia ricca la prima metà di un duilian, un distico, che diceva: "Nella lanterna dei cavalli che galoppano (nome originale della lanterna delle ombre cinesi) si vedono correre dei cavalli; questi si fermano quando la lanterna si spegne".
«Ecco la prima parte di un duilian, si disse Wang Anshi, perché non comporre la seconda? ». Ma, al pensiero che doveva presentarsi agli esami, decise che l’avrebbe composta al suo ritorno.
Giunto alla capitale, Wang sostenne gli esami e l’ultima prova consisteva proprio nel completare un duilian. Sentendo l’esaminatore capo leggere: "Sullo stendardo della tigre alata si vede volare la tigre; questa si nasconde quando lo stendardo si arrotola"; Wang Anshi, improvvisamente ispirato, rispose senza esitare "Nella lanterna dei cavalli che galoppano si vedono correre dei cavalli; questi si fermano quando la lanterna si spegne". Terminati quindi gli esami, Wang Anshi raggiunse nuovamente Maqizhen e scrisse a fianco del primo verso del duilian: "Sullo stendardo della tigre alata si vede volare la tigre; questa si nasconde quando lo stendardo si arrotola".
Il padrone della casa fu molto soddisfatto di questo verso di Wang Anshi, e gli spiegò che questo era stato uno stratagemma da lui ideato per trovare un genero.
Poiché Wang Anshi aveva dato la giusta risposta, il padrone gli chiese di sposare al più presto la figlia. Nello stesso momento giunse la notizia che il nome di Wang Anshi figurava sulla lista dei promossi agli esami imperiali. Felicissimo, il padrone dichiarò: «Ecco una felicità che si aggiunge ad un’altra ».
Wang Anshi, ancora più felice di lui, prese il pennello, scrisse un grande carattere di Shuangxi cioè "Doppia felicità" e diede l’ordine di incollarlo sulla porta.


Frammenti d'Oriente, settembre 2000

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014