tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>FRAMMENTI D'ORIENTE>LA FESTA DELLA CONTEMPLAZIONE DELLA LUNA

LA FESTA DELLA CONTEMPLAZIONE DELLA LUNA

Nel mondo vi sono molte tradizioni e leggende che hanno come protagonista la luna, il satellite della terra che da sempre ha tenuto gli uomini a naso insù col suo fascino sidereo e inquietante.

OtsukimiOtsukimi, letteralmente "guardare la luna", è una festa di origine cinese introdotta in Giappone un migliaio di anni fa dove ha poi assunto delle caratteristiche del tutto particolari.

LunaGi.gif (4455 byte)

Purtroppo oggi anche nelle metropoli del Sol Levante le costruzioni di cemento armato sempre più ardite e tese verso altezze infinite e la densità degli agglomerati urbani, rendono sempre più difficile al disco lunare entrare attraverso le finestre delle case ad accarezzare con la sua argentea luminosità le pareti domestiche e così per i cittadini di Tokyo e Osaka l’appuntamento annuale con la luna è sempre più disatteso.

Otsukimi Otsukimi si celebra verso l’inizio dell’autunno, dalla metà di settembre ad ottobre inoltrato, quando i chiari cieli autunnali consentono di godere appieno del chiarore della misteriosa signora della notte.

I Giapponesi credono che la luna porti felicità e per questo motivo tale festa è nota anche come "festival della luna e del raccolto", perché i contadini sono soliti in questo giorno ringraziare con apposite cerimonie per le messi ottenute e pregare per avere la stessa abbondanza nel prossimo anno.

Per la celebrazione di Otsukimi si confezionano 12 Tsukimi, grossi gnocchi di riso, che vengono poi impilati a forma di piramide e posti vicino alla finestra o alla veranda da cui si ammira la luna, assieme ad altre offerte di frutta e verdura e di fiori autunnali, disposti con arte.

Tutta la famiglia si raccoglie in contemplazione, attorno alle offerte e ciascuno, mangiando gli gnocchi di riso, esprime un desiderio pregando che si avveri.
Quella sera i bambini cantano una canzone che si chiama "Deta Deta Tsukiga" che è una ninnananna molto conosciuta in Giappone.
Parecchi Giapponesi vengono anche presi da un’irresistibile vena poetica e scrivono Haiku, infatti un considerevole numero di queste composizioni si ispirano proprio alla luna.

Sono numerose le zone del Giappone in cui si celebra festosamente la contemplazione della luna e un festival famoso è quello che si svolge a Himeji nella Prefettura di Hyogo, dove, ai piedi dello splendido castello, dichiarato patrimonio dell’umanità nel 1994, si tengono concerti di Koto e manifestazioni culturali e, pagando una piccola quota, si ottiene una coppa commemorativa con la quale si può brindare e bere a volontà per una notte indimenticabile al chiaro della luna.

Verbena Fusaro

Frammenti d'Oriente, settembre 1999

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014