tuttocina
Google Web https://www.tuttocina.it

 

INDICE>LE GUERRIERE DI XI'AN

LE GUERRIERE DI XI'AN
Presentazione delle sculture "Le guerriere di Xi'an"

Libreria Feltrinelli di Pavia, 8 febbraio 2009

Dopo i Guerrieri di Terracotta di Xi'an, in Cina, simbolo di una delle più straordinarie epopee storicoarcheologiche patrimonio dell’umanità, ecco che una scultrice norvegese ha donato al mondo le Guerriere di Terracotta, simbolo non di guerra ma di pace.
È Marian Heyerdahl, figlia del grande navigatore norvegese Thor Heyerdahl.
“Il giornale di Socrate al caffè” pubblica in anteprima per l’Italia le straordinarie immagini delle settanta sculture dell’artista di Oslo, che nei prossimi mesi saranno esposte anche nel nostro Paese e che attualmente sono in mostra nella Gallery Space di Pechino.
L’artista, che vive tra Oslo, Pechino e Colla Micheri, nella Riviera Ligure di Ponente, dove il padre tanti anni fa decise di stabilirsi, sarà protagonista di un incontro di “Socrate al Caffè” domenica 8 febbraio alle ore 11 alla Libreria Feltrinelli di Pavia, via XX Settembre 21 (tel. 0382.33154).

Marian Heyerdahl è un’artista che ha incentrato la sua ricerca sul binomio arte-vita fin dall’inizio della sua carriera. Sculture e installazioni ispirate al tema della fertilità e della nascita, della vita e della morte sono state da lei realizzate trovando ispirazione nelle statue votive e nei sarcofagi delle antiche civiltà.
Tale approccio nasce da una sua speciale consuetudine con i reperti archeologici, in articolare provenienti dall’Egitto e dall’America Latina, che circondavano l’artista fin dall’infanzia grazie all’attività del padre. Il suo desiderio di viaggiare e di conoscere le culture esotiche la porteranno in Gambia a realizzare una installazione nel 1996 e in Cina a partecipare a un workshop nel 2003 e a produrre la prima donna in terracotta nel 2006. La
Cina, un Paese affascinante e lontano, che è stato per molto tempo, agli occhi degli occidentali avvolto nel mito, positivo o negativo che fosse. Dopo il 1976, con la morte di Mao, ’apertura al mondo occidentale e la nascita di nuove avanguardie artistiche fino alla popolarità odierna dell’arte contemporanea cinese in tutto il mondo. Questa diffusa esportazione delle
opere d’arte cinesi ha invece stimolato Marian Heyerdahl a ideare e produrre una installazione in Cina, con l’aiuto di artigiani locali, che ha esposto a Pechino nel 2007 riscuotendo un grande successo. Nel Paese asiatico l’artista norvegese è stata affascinata ancora una volta dalle opere antiche decidendo di rielaborare le icone dei guerrieri in terracotta di Xian, uno dei reperti più significativi e noti a livello mondiale.
L’autrice si appropria così con perspicacia e senza alcun sentimento nostalgico del linguaggio antico per manifestare la sua creatività e i suoi valori etici. Ecco allora un esercito di guerrieri diventare un gruppo di donne che mostrano le infelicità prodotte dalle guerre. Con l’installazione The Terracotta Woman, Marian Heyerdahl riconduce l’opera in chiave contemporanea e universale stimolando una riflessione sul ciclo fenomenico della vita e sulle condizioni dell’essere umano.

(Lorella Scacco, Il giornale di Socrate al caffè")

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017
Copyright Centroriente 1999-2018