tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>SCHERZANDO COL FUOCO

SCHERZANDO COL FUOCO


Autore Wang Shuo
Editore Mondadori, Milano
Prima edizione gennaio 1998
Pagg. 299
Traduzione (dal cinese) di Rosa Lombardi
Titolo originale Wanr de jiu shi xin tiao

Di gran lunga lo scrittore cinese contemporaneo più amato e popolare nel suo paese - anche dopo il bando della censura, che ha bollato le sue opere come "reazionarie, volgari, individualiste e depravate" - Wang Shuo deve la sua fama alla spregiudicatezza con cui rappresenta il volto nascosto della Cina odierna e alla novità del linguaggio con cui dà voce a un mondo di ribelli senza causa, esponenti di una generazione troppo giovane per aver sofferto gli insegnamenti della Rivoluzione Culturale, ma abbastanza vecchia da ricordarne gli aspetti più assurdi e averne subito gli effetti più dolorosi. "il cantore dei teppisti" - come già è stato definito su Tuttolibri - e l’inventore di uno stile", paragonato con autorevolezza a Kerouac e Vonnegut dal New York Times.
Con questo libro, il "caso" Wang Shuo esce finalmente dai confini del suo paese per conquistare il pubblico dell’Occidente. Parte mistery e parte romanzo di disagio metropolitano, Scherzando col fuoco è il racconto di un’indagine dai contorni sfuggenti. Forse c’è stato un delitto dieci anni fa, e principale sospetto è lo stesso narratore, che per primo non può dire di averlo commesso. La polizia lo incalza, ma nella mente di Fang Yan sopravvive solo l’immagine di una donna, di un gruppo di amici attorno a un tavolo e di una figura sfocata, che non riesce a identificare. Costretto a una faticosa indagine nel proprio passato, Fang Yan ci conduce al suo fianco negli angoli più oscuri di una Pechino inedita - molto diversa da quella consegnata al nostro immaginario da Piazza Tian’anmen - per interrogare ex amici e conoscenti, mezzi sbandati che vivono ai margini della criminalità e che sembrano sempre scambiarlo per qualcun altro. E se fosse lui quel "qualcun altro"? Se l’individuo assassinato fosse ancora vivo? E’ così che nel procedere Fang Yan sembra piuttosto allontanarsi dalla verità, finché il racconto esplode in un incalzante conto alla rovescia che lo riporterà al momento del "crimine".

Wang Shuo. Nato a Nanchino nel 1958, Wang Shuo ha già al suo attivo più di venti romanzi ed è l’autore più letto in Cina, dove ha venduto oltre 10 milioni di copie, prima di essere colpito dalla censura. E’ anche autore di canzoni, di sceneggiature cinematografiche e di serie televisive popolarissime nel suo paese.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014