Quattordici storie per istruire il mondo
Autore Feng Menglong (冯梦龙 Féng Mènglóng)
Editore Atmosphere libri, Roma
Prima edizione 2018
Titolo originale 古今小说 Gǔjīn xiǎoshuō
Traduzione di Antonio Leggieri
Pagine 317
Note
N. ISBN 978-8865642702

Presentati qui sono quattordici racconti della celebre serie Sanyan della dinastia Ming, raccolte di storie vernacolari compilate e adattate da Feng Menglong (1574-1646), il più esperto conoscitore della letteratura popolare del suo tempo in Cina. Le storie sono state fondamentali per lo sviluppo della narrativa vernacolare, e la loro importanza nel canone letterario cinese e nella letteratura mondiale è stata paragonata a quella del Decameron di Boccaccio e alle storie di Mille e una notte. Popolati da studiosi, imperatori, ministri, generali e una galleria di uomini e donne comuni nel loro ambiente quotidiano ― mercanti e artigiani, prostitute e cortigiane, sensali e indovini, monaci e monache, servi e cameriere, ladri e impostori ― i racconti forniscono un vivido panorama del mondo della Cina imperiale prima della fine della dinastia Ming (1368-1644). 

Il compilatore ed editore dei San Yan è conosciuto con il nome di Feng Menglong e di questo instancabile scrittore ed editore si sa solo che nacque a Wuxian, vicino a Suzhou, e che fu funzionario di distretto a Shouning, nella provincia del Fujian, negli anni 1628-1643. Il suo anno di nascita, 1574, è una proposta, ormai largamente accettata, ma non una certezza. Morì nel 1646. Aveva quindi settanta anni quando i Manchu rovesciarono la dinastia Ming e si insediarono a Pechino fondando la dinastia Qing durata fino alla proclamazione della repubblica nel 1911. Anche se pubblicò altre opere, più erudite e impegnative, la fama di Feng Menglong è dovuta ai San Yan.

Segui la nostra pagina Facebook per tutti gli ultimi aggiornamenti!

CentrOriente / P.IVA 07908170017 / Privacy Policy / Cookie Policy

CentrOriente / P.IVA 07908170017 / Privacy Policy / Cookie Policy

Share This